Riapre il Teatro Civico di Castello

Riapre il Teatro Civico di Castello

foto: Priamo Tolu

Il Teatro Civico di Castello a Cagliari ritorna all’antico splendore con
Carmen di Bizet e Tosca di Puccini,
fulcro della rassegna “Un’Isola di Musica 2015”

Da sabato 25 luglio a venerdì 14 agosto, in 10 località differenti della Sardegna, è stata ideata ed organizzata dal Teatro Lirico di Cagliari, come ormai consuetudine nei mesi di luglio ed agosto, la rassegna “Un’Isola di Musica 2015”, con 24 appuntamenti musicali, equamente divisi fra Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari, quest’ultimo diretto da Gaetano Mastroiaco, protagonisti assoluti con due celeberrime opere liriche e quattro accattivanti programmi musicali.

Ad inaugurare la rassegna viene proposta l’esecuzione di due fra i più popolari capolavori del repertorio musicale: Carmen di Georges Bizet e Tosca di Giacomo Puccini. Ad accogliere questi nuovi allestimenti del Teatro Lirico di Cagliari è, insieme alle altre località del circuito regionale, il Teatro Civico di Castello (in via Mario de Candia a Cagliari) che, quest’anno, dopo ben 72 anni dai bombardamenti alleati del 1943 che lo distrussero, viene riaperto alla musica lirica. Un’occasione preziosissima, quindi, per un vero e proprio “tuffo nel passato”: l’originale ed elegante facciata neoclassica di Gaetano Cima e la ricostruzione dell’interno, totalmente rivisto attraverso un progetto architettonico “a cielo aperto” che ricorda il Globe Theatre di Londra, faranno da cornice ai due celebri melodrammi che vengono eseguiti in una trascrizione per piccola orchestra.

 

L’opéra-comique di Georges Bizet (Parigi, 1838 - Bougival, Parigi, 1875), su libretto di Henri Meilhac e Ludovic Halévy, tratto dalla novella omonima di Prosper Mérimée, viene rappresentata in lingua originale francese e si avvale di cantanti/attori di grande spessore: Giuseppina Piunti (Carmen), Francesco Anile (Don Josè), Paolo Pecchioli (Escamillo), Arianna Vendittelli (Micaela), e, in qualità di narratore nelle vesti di Prosper Mérimée, l’attore e regista cagliaritano Marco Spiga che firma anche la regia dello spettacolo. Il progetto scenico è di Angelo Canu, i costumi di Beniamino Fadda, il disegno luci di Marco Mereu e la coreografia di Marina Claudio che la interpreta. Roberto Gianola, giovane ed apprezzato direttore d’orchestra lombardo al suo debutto a Cagliari, dirige l’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico.

Il passionale melodramma di Giacomo Puccini (Lucca, 1858 - Bruxelles, 1924), su libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa, tratto dal dramma La Tosca di Victorien Sardou, prevede tre artisti-protagonisti nei tre ruoli principali: Francesca Tiburzi (Floria Tosca), Massimiliano Pisapia (Mario Cavaradossi), Giuseppe Altomare (Il barone Scarpia). Allo spettacolo partecipa anche l’attore Simeone Latini, impegnato in qualità di voce recitante fuori campo. La regia è di Daniela Zedda, il progetto scenico di Angelo Canu, i costumi del Teatro Lirico di Cagliari e del Teatro Massimo di Palermo, il disegno luci di Marco Mereu. Ad Alessandro d’Agostini, abituale presenza sul podio cagliaritano, spetta il compito di dirigere l’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico.

Inconsueta e sofisticata proposta, per il terzo appuntamento della rassegna “Un’Isola di Musica 2015”, è l’esibizione del Nauaui Jazz Quartet, composto da Tiziana Nauaui (voce), Andrea Angiolini (pianoforte), Andrea Lai (contrabbasso), Stefano Salis (batteria), che propongono una serata musicale interamente dedicata alle sonorità americane di Duke Ellington, George Gershwin, Cole Porter ed alle atmosfere degli anni Quaranta e Cinquanta del Novecento, con interpreti del calibro di Frank Sinatra, Nat King Cole, Ella Fitzgerald, Sarah Vaughan.

Il quarto appuntamento è con Le 8 Stagioni: un concerto particolare ed insolito per l’inedito accostamento melodico delle quattro stagioni di Antonio Vivaldi con le quattro di Astor Piazzolla. Protagonisti sono l’Orchestra d’archi del Teatro Lirico, e, in qualità di direttore e violino solista, Gianmaria Melis.

Nonostante la maggior parte della sua immensa produzione musicale sia pubblicata postuma, Antonio Vivaldi (Venezia, 1678 - Vienna, 1741) conosce una straordinaria fama, senza precedenti, e che, ben presto, raggiunge tutta Europa. Certamente si deve ascrivere la ragione di ciò, soprattutto alle sue celeberrime Quattro Stagioni, titolo dei primi quattro concerti per violino della raccolta Il Cimento dell’Armonia e dell’Invenzione, che vengono pubblicate nel 1725 ad Amsterdam e raccolgono, da subito, l’ampio favore di pubblico e critica, a tal punto che sono tuttora considerate tra le pagine più significative di musica a programma, composizioni, cioè, a carattere prettamente descrittivo.

Las cuatros Estaciones porteñas vengono composte da Astor Piazzolla (Mar del Plata, 1921 - Buenos Aires, 1992), tra il 1964 ed il 1970, inizialmente per il suo Quintetto, nel quale egli stesso suonava il bandoneon, e sono dedicate al porto di Buenos Aires, da cui l’aggettivo porteñas. Con le stagioni, Piazzolla raggiunge la sua identità estetica e la consacrazione del suo stile, attraverso l’unione di elementi diversi come il tango, la musica colta europea e diversi ritmi jazz.

Serata unica e veramente eccezionale per il quinto appuntamento di “Un’Isola di Musica 2015” che si tiene alle Antiche Terme “Santa Maria Acquas” di Sardara che, per la prima volta, ospitano il Teatro Lirico di Cagliari, inaugurando così un Protocollo d’intesa tra le due istituzioni teso ad ampliare il benessere dell’ospite termale che potrà usufruire di un’offerta culturale ampia e mirata, assistendo anche agli spettacoli inseriti nelle stagioni musicali della fondazione cagliaritana. Fra la simmetrica ed elegante architettura, progettata da Gaetano Cima, che accoglie lo stabilimento termale e il parco, con i suoi numerosi viali alberati, si esibiscono il tenore Roberto Iuliano, che lo scorso maggio ha inaugurato la Stagione lirica e di balletto con l’applaudito debutto nel ruolo di Radamès in Aida, insieme al baritono Giuseppe Altomare, accompagnati al pianoforte da Andrea Mudu, in un recital di canto lirico, intitolato Musica sotto le stelle, attraverso l’interpretazione delle più celebri arie e duetti e delle popolari canzoni napoletane.

Chiude la rassegna il sesto appuntamento con il Coro del Teatro Lirico di Cagliari, diretto da Gaetano Mastroiaco, che si esibisce, con l’accompagnamento al pianoforte di Francesca Pittau e Alessandro Dalmonte, in un concerto interamente dedicato a Johannes Brahms (Amburgo, 1833 - Vienna, 1897), di cui vengono eseguite due fra le pagine corali più affascinanti e raffinate del grandissimo autore del secondo Ottocento tedesco.

Prezzi biglietti: posto unico € 5,00.

Vendita e informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 - 0704082249, fax 0704082223, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube. Biglietteria online: www.vivaticket.it. Biglietteria del Teatro Civico di Castello, aperta nei giorni di spettacolo dalle 19, via Mario de Candia, 09124 Cagliari.

La rassegna “Un’Isola di Musica 2015” si avvale del contributo ed è realizzata in collaborazione con la Fondazione Banco di Sardegna, la Regione Autonoma della Sardegna e le Amministrazioni Comunali di Bari Sardo, Barumini, Cagliari, Carbonia, Dolianova, Iglesias, Paulilatino, Posada, Sardara, Sarroch.

 

Guida all’ascolto

Conferenza di presentazione della trasferta a New York

Iscriviti