Un MediaLab per progettare insieme

Un MediaLab per progettare insieme

 

Lavorare insieme. Condividere esperienze, capacità, competenze. Mettere in circolo l'intelligenza e la passione. E utilizzare le tecnologie più avanzate come bacchetta magica per realizzare idee e soluzioni innovative. Partendo dalla preziosa materia prima che una fabbrica di contenuti come il Teatro Lirico può offrire. E' questo il concetto alla base del Co-Opera MediaLab, uno spazio di co-working per professionisti, studenti, associazioni e imprese creative realizzato all'interno del più grande teatro della Sardegna e del nascente distretto delle arti e della cultura rappresentato dalle strutture del Parco della Musica.

Al progetto, lanciato e coordinato dal Teatro Lirico, ha già aderito l'Università di Cagliari con i dipartimenti di Architettura e di Scienze della Comunicazione. A un gruppo di studenti viene offerta la possibilità di lavorare a stretto contatto con le strutture produttive del teatro e con un pool di professionisti per la realizzazione di contenuti multimediali, campagne promozionali e applicazioni innovative. Anche l'ente regionale per l'innovazione Sardegna Ricerche localizzerà presto all'interno del Parco della Musica una succursale del proprio FabLab espressamente dedicata alla realizzazione, tramite stampanti 3D e altre tecnologie all'avanguardia, di oggetti e componenti dedicati per l'arte, la musica e lo spettacolo. Al progetto partecipa anche il Ministero dei Beni Culturali che tramite la Soprintendenza Archivistica per la Sardegna curerà all'interno del laboratorio un progetto innovativo sulla digitalizzazione e messa in rete del prezioso materiale d'archivio (bozzetti, costumi, scene, oggettistica di scena, ma anche foto, filmati, registrazioni, spartiti) di proprietà del Teatro.

Uno dei compiti del Co-Opera MediaLab è quello di creare da subito legami e rapporti di collaborazione con tutte le diverse reti che già animano l'ecosistema della cultura e dell'innovazione in città e nell'isola, con i centri di ricerca, le associazioni, i festival,  le imprese innovative, gli incubatori di start-up già attivi nel territorio, proponendosi come opportunità per avviare progetti di ricerca e sperimentazione nel campo dell'arte, dello spettacolo, della comunicazione. Progetti che grazie alla fitta rete di contatti e relazioni del Teatro possono trovare visibilità e applicazione su scala internazionale.

Il Co-Opera MediaLab ha anche una fondamentale funzione nella strategia di apertura del Teatro alla città e di contatto diretto con il pubblico e le diverse componenti della società sarda. Una redazione multimediale localizzata negli spazi all'ingresso del Teatro e aperta anche al contributo e alla collaborazione di media e produttori esterni realizza i contenuti per Lirico Channel, la nuova piattaforma che tramite servizi  di web-tv e web-radio fornisce informazioni e racconta in diretta la vita del teatro e dei suoi protagonisti.

Guida all’ascolto

Conferenza di presentazione della trasferta a New York

Iscriviti