New York
L’ape musicale di Lorenzo Da Ponte

Photo Eileen Barroso

Concerti del 15 e 17 ottobre 2018, ore 19:30

Low Library della Columbia University

L’ape musicale di Lorenzo Da Ponte eseguiti dal Teatro Lirico di Cagliari

Ingresso gratuito

L’ape musicale, l’ultimo libretto di Lorenzo Da Ponte e la prima opera italiana concepita e messa in scena negli Stati Uniti, ritorna a New York a 188 anni dal suo debutto - grazie all’invito esteso dalla Columbia University a Claudio Orazi, sovrintendente della Fondazione Teatro Lirico di Cagliari.

Dopo il successo de La campana sommersa di Ottorino Respighi, eseguita lo scorso anno al Lincoln Center in collaborazione con la New York City Opera, ancora una volta si onora il rapporto culturale tra Italia e Stati Uniti - con un focus su Lorenzo Da Ponte. Il famoso letterato veneziano, autore dei più importanti libretti di Mozart (Le nozze di Figaro, Don Giovanni, Così fan tutte), divenne un notevole esempio di migrazione intellettuale italiana in America - fu il primo professore di italiano alla Columbia e fu pioniere nella produzione di opere italiane negli Stati Uniti. Il suo pastiche chiamato L’ape musicale fu rappresentato al Park Theatre di New York il 20 aprile 1830.

Quest’opera, della quale giunge a noi soltanto il libretto, è stata espressamente ricostruita dal musicologo Francesco Zimei attraverso un’accurata analisi comparativa delle fonti, principalmente la produzione di Rossini (compositore di cui si celebra quest’anno, il suo 150° anniversario della morte). L’ape musicale è stata presentato in anteprima a Cagliari durante la stagione estiva del 2017 e ha riscosso un grande successo di pubblico e critica, tale da portare il Vicepresidente del Dipartimento di Musica della Columbia University, Giuseppe Gerbino, ad invitare il Teatro Lirico per rappresentarlo a New York, visto il “grande interesse per questo lavoro, non solo per il suo valore artistico, ma anche per la sua importanza nella storia della musica americana”.

L’ape musicale sarà allestita alla Columbia, nel suo primo allestimento moderno, il 15 e 17 ottobre alle 19.30, presso la Low Memorial Library, l’edificio più prestigioso del campus. L’opera sarà eseguita dall’Orchestra e dal Coro del Teatro Lirico di Cagliari, sotto la direzione di Donato Renzetti, con la regia di Davide Garattini Raimondi.

La produzione (parte del Progetto di internazionalizzazione del Teatro Lirico di Cagliari promosso dalla Regione Sardegna ed inserito nel programma dell’Anno Europeo dei Beni Culturali, sostenuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali: Un Ponte di Musica Progetto “Rifunzionalizzazione del Parco della Musica e del Teatro Lirico di Cagliari - Internazionalizzazione e innovazione delle produzioni anche per la valorizzazione turistico-culturale degli attrattori territoriali”. Finanziato dal Piano d’Azione Coesione “Progetti strategici di rilevanza regionale” che valorizzano le priorità del POR FESR nell’ambito della Programmazione Unitaria 2014-2020.) sarà anche oggetto di un simposio internazionale il 15 ottobre intitolato “Lorenzo Da Ponte e la nascita dell’opera italiana a New York”. Organizzato dal Dipartimento di Musica della Columbia e dalla sua Accademia Italiana di Studi Avanzati, si terrà presso l’Accademia Italiana, che quest’anno ha già presentato la mostra “Da Ponte alla Casa Italiana: una breve storia di studi italiani alla Columbia University”, curata da Barbara Faedda, direttrice associata dell’Accademia italiana e autrice del libro con lo stesso titolo.

Martedì 16 ottobre, l’Orchestra e il Coro, diretti da Renzetti, saranno nell’antica Basilica di St Patrick a Little Italy, la stessa parrocchia di Da Ponte (dove i suoi funerali si sono svolti 180 anni fa), per un concerto lirico-sinfonico in ricordo dell’Oratorio per il beneficio del manicomio ( come recitava Manuel García e sua figlia Maria Malibran) tenutosi il 22 giugno 1826. Con loro c’era la compagnia di artisti che, sotto l’egida del grande librettista veneziano, guidarono la prima stagione dell’opera italiana al Park Theatre.

L’invito per questo concerto del 16 ottobre è stato esteso direttamente dal Vescovo della prima cattedrale cattolica di New York, una delle più antiche e prestigiose istituzioni di Manhattan che celebra il rapporto tra cultura e spiritualità.

“Da Ponte ha giocato un ruolo fondamentale nella promozione della cultura e dell’opera italiana negli Stati Uniti”, ha affermato Armando Varricchio, Ambasciatore d’Italia negli Stati Uniti. “Le sue opere e il suo retaggio hanno oltrepassato i confini tra i nostri due paesi, arricchendo la più ampia relazione transatlantica e ispirando le persone in tutto il mondo fino ad oggi. La bella interpretazione moderna de L’ape musicale alla Columbia riflette questo eccezionale risultato e aggiungerà un altro momento memorabile al vasto e sfaccettato marchio culturale italiano negli Stati Uniti, e per questo siamo grati al Teatro Lirico di Cagliari e al Sovrintendente Claudio Orazi.”

Guida all’ascolto

Conferenza di presentazione della trasferta a New York

Iscriviti