"La Bohème" di Giacomo Puccini

foto Priamo Tolu

 

La Bohème, immortale ed amatissimo capolavoro
di Giacomo Puccini, ritorna al Teatro Lirico di Cagliari

Venerdì 29 aprile alle 20.30 (turno A), va in scena il secondo appuntamento della Stagione lirica e di balletto 2016 del Teatro Lirico di Cagliari: La Bohème, scene liriche in quattro quadri, su libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa, tratto dal romanzo Scènes de la vie de Bohème di Henri Murger e musica di Giacomo Puccini (Lucca, 1858 - Bruxelles, 1924).

L’opera viene rappresentata in un allestimento del Teatro Regio di Parma che conta della regia del romano Ugo Tessitore, già noto al pubblico cagliaritano per aver curato, in qualità di regista collaboratore, tutte le messinscene di Luca Ronconi col quale ha sempre lavorato, delle scene di Nica Magnani, dei costumi di Marco Nateri, ricercato artista cagliaritano che ha firmato numerosi allestimenti tra cui la recentissima La campana sommersa (2016), I Shardana (2013) e Turandot (2014), e delle luci di Marco Giusti.

L’Orchestra, il Coro del Teatro Lirico di Cagliari e il Coro di voci bianche del Conservatorio Statale di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Cagliari sono diretti dal giovane maestro concertatore e direttore Michelangelo Mazza, che ritorna a Cagliari dopo il concerto diretto nel febbraio di quest’anno. Il maestro del coro è Gaetano Mastroiaco, mentre il maestro del coro di voci bianche è Enrico Di Maira.

Il cast degli interpreti è composto da giovani di talento, di cui alcuni al loro debutto assoluto nel ruolo, che si alternano nelle recite quali: Matteo Lippi/Jenish Ysmanov (30/4, 8/5) (Rodolfo), Andrzej Filończyk/Filippo Fontana (30/4, 8/5) (Schaunard), Stefano Rinaldi Miliani (Benoît), il soprano livornese Valentina Boi/Grazia Doronzio (30/4, 8/5) (Mimì), Vincenzo Taormina/Gocha Abuladze (30/4, 8/5) (Marcello), Krzysztof Baczyk/Mariano Buccino (30/4, 8/5) (Colline), Francesco Leone (Alcindoro), Lavinia Bini/Maria Laura Iacobellis (30/4, 8/5) (Musetta), Enrico Zara (Parpignol), Oscar Piras (Un venditore), Alessandro Frabotta (Sergente dei doganieri), Francesco Leone (Un doganiere).

Tragedia della giovinezza, ma anche inno all’amore puro, in un’ottocentesca ambientazione parigina, La Bohème viene rappresentata, per la prima volta, il 1° febbraio 1896, al Teatro Regio di Torino, con la direzione di Arturo Toscanini. Giacomo Puccini scrive la musica in soli otto mesi per quella che diventa, da subito, una delle sue opere più amate e rappresentate e che continua, ancora oggi, a commuovere ed a meravigliare per la freschezza e modernità della melodia e dei temi trattati. L’autore s’inserisce nell’ormai imperante gusto verista, rinunciando alle tinte più plateali e truci volute dal movimento culturale, per privilegiare la storia sincera e semplice di Mimì e Rodolfo e le schermaglie amorose di Marcello e Musetta che diventano spettacolari tranches de vie che ispirano registi, scenografi ed artisti da ormai 120 anni.

L’opera, della durata complessiva di 2 ore e 30 minuti circa compresi due intervalli fra il II e il III quadro e fra il III e il IV quadro, viene, ovviamente, rappresentata in lingua italiana, ma, come ormai tradizione al Teatro Lirico di Cagliari, viene eseguita con l’ausilio dei sopratitoli che, scorrendo sull’arco scenico del boccascena, favoriscono la comprensione del libretto.

La Bohème, la cui ultima rappresentazione al Teatro Lirico di Cagliari risale al gennaio 2010, viene replicata: sabato 30 aprile alle 19 (turno G); domenica 1 maggio alle 17 (turno D); martedì 3 maggio alle 20.30 (turno F); mercoledì 4 maggio alle 20.30 (turno B); venerdì 6 maggio alle 20.30 (turno C); domenica 8 maggio alle 17 (turno E). Le recite per le scuole, edizione “ridotta” dell’opera della durata complessiva di 75 minuti circa, sono: martedì 3 e venerdì 6 maggio sempre alle 11. La recita "ridotta"di giovedì 5 maggio, inizialmente prevista per le 11, è stata spostata alle 16 ed è rivolta, oltre che agli studenti, anche alle famiglie ed alle associazioni musicali e culturali.

Prezzi biglietti: platea da € 75,00 a € 50,00 (settore giallo), da € 60,00 a € 40,00 (settore rosso), da € 50,00 a € 30,00 (settore blu); I loggia da € 55,00 a € 40,00 (settore giallo), da € 45,00 a € 30,00 (settore rosso), da € 40,00 a € 25,00 (settore blu); II loggia da € 35,00 a € 25,00 (settore giallo), da € 25,00 a € 20,00 (settore rosso), da € 20,00 a € 15,00 (settore blu).

Ai giovani under 30 sono applicate riduzioni del 50% sull’acquisto di abbonamenti e biglietti. Ulteriori agevolazioni sono previste per gruppi organizzati.

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13. Nei giorni di spettacolo, compresi quelli festivi, apre anche un’ora prima l’inizio dello stesso.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono +39 0704082230 - +39 0704082249, fax +39 0704082223, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram. Biglietteria online: www.vivaticket.it

Guida all’ascolto

Conferenza di presentazione della trasferta a New York

Iscriviti