Il 25-26 gennaio
Michele Gamba debutta a Cagliari

Photo di Priamo Tolu

 

Michele Gamba debutta a Cagliari e dirige Orchestra e Coro del Teatro Lirico,
il 25-26 gennaio, per la Stagione concertistica 2019

La Stagione concertistica 2019 del Teatro Lirico di Cagliari prosegue, venerdì 25 gennaio alle 20.30 (turno A) e sabato 26 gennaio alle 19 (turno B), con il terzo appuntamento che prevede un altro importante debutto a Cagliari: quello di Michele Gamba, trentaquattrenne direttore milanese, già assistente di Antonio Pappano prima e di Daniel Baremboim poi, che dirige l’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico in un programma che propone all’ascolto la Sesta Sinfonia in re minore op. 104 di Jean Sibelius e la Seconda Sinfonia in Si bemolle maggiore “Lobgesang” op. 52 di Felix Mendelssohn-Bartholdy. Solisti della Sinfonia Lobgesang sono: Francesca Tassinari, Elisa Balbo (soprani) e Lorenzo Decaro (tenore). Il maestro del coro è Donato Sivo.

Prezzi biglietti: platea € 35,00 (settore giallo), € 30,00 (settore rosso), € 25,00 (settore blu); I loggia € 30,00 (settore giallo), € 25,00 (settore rosso), € 20,00 (settore blu); II loggia € 10,00 (settore giallo), € 10,00 (settore rosso), € 10,00 (settore blu).

La Stagione concertistica 2019 prevede due turni di abbonamento (A, B), per 13 concerti ciascuno.

La campagna abbonamenti per la Stagione concertistica prosegue, dopo le conferme e variazioni su posti disponibili, con i nuovi abbonamenti già in vendita da venerdì 4 gennaio 2019.

Da sottolineare, inoltre, la possibilità di acquistare da martedì 8 gennaio 2019 i biglietti per tutti gli spettacoli della Stagione concertistica; lo stesso servizio è possibile anche online attraverso il circuito di prevendita www.vivaticket.it.

Ai giovani under 30 sono applicate riduzioni del 50% sull’acquisto di abbonamenti e biglietti. Ulteriori agevolazioni sono previste per gruppi organizzati.

Venerdì 25 gennaio alle 11 è prevista, come ormai consuetudine, l’Anteprima Giovani, aperta alle scuole che potranno assistere, dalla I loggia, alla prova generale del concerto serale. (prezzi: posto unico € 3; informazioni: Servizio promozione culturale, telefono 0704082326; scuola@teatroliricodicagliari.it).

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal martedì al sabato dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, la domenica dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. Il lunedì è chiusa.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 - 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online:

Elisa Balbo - Soprano
Protagonista di opere verdiane e pucciniane su importanti palcoscenici italiani ed europei sotto la direzione, tra gli altri, di Riccardo Muti, il giovane soprano Elisa Balbo ha già avuto modo d'imporsi a livello internazionale come una delle cantanti più interessanti della sua generazione. È apparsa in teatri quali: Opera di Roma, Fenice di Venezia, Arena e Filarmonico di Verona, Ravenna Festival, Comunale di Modena, Giglio di Lucca, Teatro Grande Rubinstein Rimsij-Korsakov di San Pietroburgo, Festival Rossini di Wildbad. Attiva anche a livello concertistico si è esibita con la Luciano Pavarotti Foundation a New York e al Teatro La Fenice di Venezia. Il 2 giugno 2013 ha preso parte al Concerto per la Festa della Repubblica all'Auditorium Toscanini di Torino con l'Orchestra Sinfonica della Rai diretta da Daniele Rustioni (trasmessa in diretta su Rai 5 e Radio 3) e, sempre nel 2013, si è esibita in occasione del 65° Prix Italia, diretta da Andrea Battistoni. Ha preso parte, come solista, a "Opera on Ice 2013" ed a "OperaPOP on Ice 2014" all'Arena di Verona. Ha cantato come solista in Petite Messe solennelle di Rossini all'Opera di Roma. Nel corso della Stagione 2015-2016 si è esibita in un concerto verdiano, in occasione all'ottantesimo anno dalla nascita di Luciano Pavarotti, al Teatro Comunale di Modena con la direzione di Riccardo Muti. Ha interpretato, inoltre il ruolo, di Mimì in La Bohème al Teatro Vittorio Emanuele di Messina. A settembre 2016 ha preso parte ad una tournée di concerti nel Regno Unito al fianco di Andrea Bocelli. Una tournée che ha toccato tappe quali: Sheffield, Glasgow e la O2 Arena di Londra. Il 31 dicembre ha preso parte al Concerto di Capodanno alla Budapest Pap Laszlo Arena, condividendo il palcoscenico con artisti del calibro di Ramon Vargas, Inva Mula e Zoltán Mága. Il concerto è stato replicato il 6 gennaio al Konzerthaus di Vienna. Ha inaugurato la Stagione 2016-2017 dell'Orchestra Filarmonica Campana come soprano solista nei Vier Letze Lieder (Four last Songs) di Richard Strauss. In marzo 2017 ha presto parte alla tournée americana di Andrea Bocelli nelle città di Orlando, Miami e Atlanta. Ha cantato, inoltre, come solista in tournée in Giappone con l'Orchestra Sinfonica "Gioachino Rossini" di Pesaro. Dall'aprile 2017 ha cantato nuovamente con Andrea Bocelli in concerto ad Helsinki e in giugno a Bucarest e Cluj. In luglio 2017 ha interpretato il ruolo di Anna in Maometto II al Festival Rossini di Wildbad. Nel corso della Stagione 2017-2018 ha interpretato La Traviata (Violetta) in tournée in Giappone con il Teatro Manzoni di Bologna, una tournée di concerti con la Luciano Pavarotti Foundation, in occasione del 10° anniversario della scomparsa del tenore, a Turku (Finlandia), all'Arena di Verona e in Oman, una tournée di concerti e opere in Cina, Turandot (Liù) al Teatro Verdi di Sassari, Carmina Burana alla Moscow International Music House, un concerto al fianco di Andrea Bocelli a Jerash (Giordania), La vedova allegra (Hanna Glawari) al Filarmonico di Verona, Stabat Mater di Rossini a Pesaro e Jesi e Moise et Pharaon (Anai) al Festival Rossini di Wildbad. Ha inaugurato la Stagione 2018-2019 interpretando con grande successo il ruolo di Desdemona in Otello al Teatro Alighieri di Ravenna con la direzione di Riccardo Muti. Fra i suoi prossimi impegni spiccano: la ripresa di Otello, sempre con la direzione di Riccardo Muti, al Teatro del Giglio di Lucca, Lo schiavo di Gomez al Teatro Lirico di Cagliari, Don Giovanni (Donna Anna) al Teatro Alighieri di Ravenna e Tancredi al Festival Rossini di Wildbad.

 

Lorenzo Decaro - Tenore

Nato a Noicattaro (Bari), inizia gli studi musicali di clarinetto e sassofono alla Scuola della Banda cittadina. Prosegue poi al Conservatorio di Musica "Niccolò Piccinni" di Bari, dove ottiene il diploma di sassofono sotto la guida di Claudio Ceschini e, successivamente, nello stesso Conservatorio, il diploma di canto sotto la guida di Katia Angeloni. Ha cantato i seguenti ruoli: Calaf in Turandot, Pinkerton in Madama Butterfly, Cavaradossi in Tosca, Rodolfo in La Bohème e Des Grieux in Manon Lescaut di Puccini; Arrigo in I vespri siciliani, Radamès in Aida, Alfredo in La Traviata, Duca di Mantova in Rigoletto, Riccardo in Un ballo in maschera, Oronte e Arvino in I lombardi alla prima crociata, Macduff in Macbeth e Ismaele in Nabucco; Turiddu in Cavalleria rusticana di Mascagni; Canio in Pagliacci di Leoncavallo; Pollione in Norma di Bellini; Aenea in Dido and Aeneas di Purcell; Giasone in Medea di Cherubini. È finalista nel 2006 nel Concorso Internazionale di Canto "Città di Brescia" (Presidente di Giuria il baritono Giorgio Zancanaro). La sua carriera inizia con l'interpretazione del ruolo di Cavaradossi in Tosca, al Teatro Pergolesi di Jesi, al Teatro Comunale di Treviso e al Teatro Comunale di Pordenone. In seguito prende parte al Gala Lirico al Teatro Filarmonico di Verona e debutta, con successo di pubblico e critica, al Teatro Comunale di Modena e al Teatro Municipale di Piacenza, nel ruolo di Des Grieux in Manon Lescaut. Sulla scia del successo ottenuto, il Teatro Carlo Felice di Genova lo scrittura per il ruolo di Cavaradossi in Tosca. Il Teatro di San Carlo di Napoli lo invita, subito dopo, a cantare il medesimo ruolo in Tosca al Teatro Grande di Pompei, evento speciale inserito in Campania Teatro Festival 2010. Negli ultimi anni, diversi sono stati gli appuntamenti che lo hanno visto protagonista, tra cui spiccano: il debutto al Teatro alla Scala di Milano; Tosca (Cavaradossi) al Regio di Parma (direttore Fabrizio Maria Carminati, regia Joseph Franconi Lee); Messa da Requiem di Verdi nel Duomo di Modena, per commemorare Luciano Pavarotti a dieci anni dalla scomparsa (direttore Stefano Ranzani); Macbeth (Macduff) al Teatro Comunale di Bologna (direttore Roberto Abbado, regia Robert Wilson); Aida (Radamès) al Teatro Massimo di Palermo (direttore Stefano Ranzani, regia Elisabetta Marini); Nabucco (Ismaele) all'Arena di Verona (direttore Julian Kovatchev, regia Gianfranco de Bosio); Tosca (Cavaradossi) al Teatro alla Scala di Milano (in sostituzione di Marcelo Alvarez) (direttore Nicola Luisotti, regia Luc Bondy); La Bohème (Rodolfo) all'Opera di Nizza (direttore Derrick Inouye, regia Maurizio Scarparro); Medea di Cherubini (Giasone) nei teatri di Cremona, Como, Pavia e Brescia (direttore Antonio Pirolli, regia Carmelo Rifici); Manon Lescaut (Des Grieux) al Teatro Filarmonico di Verona (direttore Riccardo Frizza, regia Graham Vick); Macbeth (Macduff) nei teatri di Modena, Piacenza e Bolzano (direttore Aldo Sisillo, regia Giancarlo Cobelli); Madama Butterfly (Pinkerton) al Teatro Petruzzelli di Bari (direttore Boris Brott, regia Daniele Abbado); La Traviata (Alfredo) e La Bohème (Rodolfo) con l'Orchestra della Provincia di Bari (direttore Giovanni Rinaldi, regia Carlo d'Ursi); Norma (Pollione) al Teatro Verdi di Sassari (direttore Sergio Alapont, regia Andrea Cigni); La Bohème (Rodolfo) al Teatro Comunale di Firenze (direttore Carlo Montanaro, regia Mario Pontiggia); Tosca (Cavaradossi) al Regio di Torino (direttore Gianandrea Noseda, regia Jean-Louis Grinda); Cavalleria rusticana (Turiddu) al Teatro Comunale di Bologna (direttore Alberto Veronesi, regia Liliana Cavani); Macbeth (Macduff) al Teatro Municipal di San Paolo in Brasile (direttore Abel Rocha, regia Robert Wilson); Norma (Pollione) al Teatro dell'Opera di Rouen (direttore Fabrizio Maria Carminati, regia Frédéric Roels). Nell'attività concertistica che lo ha parallelamente impegnato in questi anni, partecipa alle seguenti esecuzioni: Messa di Gloria in Fa maggiore di Mascagni; Messa in La maggiore di Franck; Messa di Gloria di Puccini; Petite Messe solennelle di Rossini; Nona Sinfonia di Beethoven. La naturale evoluzione vocale lo porta ad affrontare un repertorio di tenore lirico e lirico spinto. Fra i prossimi impegni figurano: Gala Concert al Palazzo Nazionale delle Arti di Kiev ed al Teatro dell'Opera di Odessa; La Traviata con l'Orchestra della Città Metropolitana di Bari; Nona Sinfonia di Beethoven con la New Jersey Simphony Orchestra al Teatro Performing Art Center di Newark (NJ) ed allo State Theatre di New Brunswick (NJ); Norma al Teatro dell'Opera di Rouen; Doppio Gala Concert al Teatro Degollado di Guadalajara (Messico); Gala Concert a Muscat (Oman).

 

Michele Gamba - Direttore

Nasce a Milano, dove studia pianoforte e composizione al Conservatorio di Musica "Giuseppe Verdi" e consegue la laurea in filosofia all'Università Statale. Si perfeziona in pianoforte con Maria Tipo alla Scuola di Musica di Fiesole e in accompagnamento vocale e direzione d'orchestra alla Musikhochschule di Vienna, all'Accademia Chigiana di Siena e alla Royal Academy di Londra. Dopo aver esordito con un brillante percorso come pianista solista, debutta nel 2009 come direttore d'orchestra alla Royal Festival Hall con i "Future Firsts" della London Philharmonic Orchestra e collabora successivamente come assistente musicale alla Staatsoper di Amburgo. Nel 2012 inizia la sua collaborazione con la ROH Covent Garden, dapprima come Direttore d'orchestra e insegnante al "Jette Parker Young Artists Programme", poi, su invito personale di Sir Antonio Pappano, come Jette Parker Associate Conductor e suo assistente. Con il direttore musicale del Covent Garden collabora strettamente per svariate produzioni operistiche e lo assiste in numerosi concerti sinfonici con orchestre quali quella della ROH, la London Symphony, la Royal Philharmonic e la London Philharmonic. Alla ROH Michele Gamba dirige Bastien und Bastienne, Folk Songs di Berio, brani tratti da Evgenij Onegin, Così fan tutte, Les pecheurs de perles. Nel mentre si esibisce con altre produzioni operistiche e programmi sinfonici (fra gli altri, con la Welsh National Orchestra, Southbank Sinfonia, Orchestra del Veneto). Nel 2015, invitato da Daniel Barenboim alla Staatsoper di Berlino in qualità di Kappelmeister e suo assistente, prepara per il maestro Barenboim orchestra, solisti e coro per La Traviata e viene invitato nuovamente per la preparazione di Simon Boccanegra e Il Trovatore. In novembre dirige alla Staatsoper Le nozze di Figaro nella produzione di Jürgen Flimm, riscuotendo un grande successo di critica e di pubblico. Del marzo 2016, sostituendo il direttore titolare improvvisamente indisposto, è il debutto al Teatro alla Scala in I due Foscari dove riscuote un unanime consenso e viene rinvitato nella Stagione successiva per la produzione di Il ratto dal serraglio per bambini e per dirigere una recita di Le nozze di Figaro. Fra i suoi recenti e futuri impegni in campo operistico figurano: Norma allo Sferisterio di Macerata, Rigoletto a Roma, Le nozze di Figaro ad Amburgo, Armida di Rossini a Montpellier, L'occasione fa il ladro a Venezia, La sonnambula a Stoccarda, Andrea Chènier a Bari, Macbeth a Toulouse, La Traviata a Lisbona, Il Barbiere di Siviglia a Strasburgo e all'Opera di Firenze, L'elisir d'amore alla Scala dove ci sono novi progetti in corso. In campo sinfonico figurano concerti a Klagenfurt, a Milano col Divertimento Ensemble, con le Orchestre Giovanile Italiana di Fiesole e dei Pomeriggi Musicali, con l'Orchestra Sinfonica Siciliana, con l'Orchestra del Maggio Musicale, con l'Orchestra National di Montpellier, con l'Orchestra Filarmonica di Duisburg, il Gala di Natale alla Suntory Hall di Tokyo, il concerto con l'Ensemble contemporaneo dell'Accademia della Scala, i Carmina Burana con la ONCT.

 

Donato Sivo - Maestro del coro

Nato a Bari nel 1963, consegue il Diploma in Direzione d'orchestra, con il massimo dei voti, al Conservatorio Statale di Musica "Egidio Romualdo Duni" di Matera, il Diploma in Musica corale e quello in Direzione di Coro al Conservatorio Statale di Musica "Domenico Cimarosa" di Avellino, il Diploma in Pianoforte al Conservatorio di Musica "Niccolò Piccinni" di Bari, il Diploma di compimento medio di composizione ed il Diploma in Direzione d'orchestra all'Accademia Musicale Pescarese (con Donato Renzetti) e al Meisterkurse fur Musik di Vienna (con Julius Kalmar). È titolare della cattedra di Esercitazioni Orchestrali al Conservatorio di Musica "Nino Rota" di Monopoli. Nel 2013 è stato Maestro del Coro della Radio Svizzera in Norma di Bellini, eseguita sia al Festival di Pentecoste che al Festival estivo di Salisburgo, con Cecilia Bartoli, Michele Pertusi, John Osborn e per la direzione di Giovanni Antonini. La stessa opera è stata replicata ad ottobre e novembre 2016 al Théâtre des Champs-Elyseés di Parigi ed al Festspielhaus di Baden-Baden. Sempre alla guida del Coro della Radio Svizzera, nel 2016, esegue Meerestille und glückliche Fahrt op. 112 e Fantasia corale per coro, pianoforte, solisti ed orchestra op. 80 di Beethoven, con solista al pianoforte Martha Argerich. Nel settembre 2015 prepara il Coro della Radio Svizzera per l'inaugurazione del LAC (Lugano Arte Cultura) con la Nona Sinfonia di Beethoven e l'Orchestra della Radio Svizzera Italiana diretta da Vladmir Ashkenazy. È dal 1998 che collabora stabilmente con Diego Fasolis, direttore del Coro della Radio Svizzera, in: Johannes Passion e integrale dei Mottetti di Bach; Lobgesang di Mendelssohn; Membra Jesu Nostri di Dietrich Buxtehude; Vespro della Beata Vergine di Monteverdi; The Messiah di Haendel; Requiem di Schumann; Requiem di Verdi; Ein Deutsches Requiem di Brahms, incidendo per la casa discografica ARTS. Parallelamente è stato altro Maestro del coro del Teatro Petruzzelli della sua città, dal 2008 al 2013, collaborando con direttori d'orchestra, quali: Lorin Maazel, Roberto Abbado, Daniel Oren, Stefan Anton Reck, Evelino Pidò, Renato Palumbo, in opere come: Otello di Verdi, Carmen, Il Barbiere di Siviglia, Tosca, Don Giovanni, L'Italiana in Algeri, Cavalleria rusticana, Madama Butterfly, Il crepuscolo degli Dei di Wagner, Turandot, La Bohème, La Cenerentola, Falstaff, La clemenza di Tito, Rigoletto, Nabucco. Nel 2003, partecipando al III Concorso Nazionale di Cori Polifonici a Benevento, la Giuria gli conferma, per il secondo anno consecutivo, un Premio speciale per la Miglior Direzione, ricevendo anche la medaglia del Presidente della Repubblica e il Terzo Premio con il Coro Orffea, da lui fondato. Nel novembre 1997 vince il Secondo Premio (primo non assegnato) dirigendo il Coro Orffea al XIV Concorso Polifonico Nazionale "Guido d'Arezzo", oltre al Premio F.E.N.I.A.R.C.O. quale miglior coro del concorso (Presidente di Giuria Romano Gandolfi, già maestro del coro della Scala di Milano). Come direttore d'orchestra ha diretto solisti di chiara fama come Wolfang Schulz, primo flauto solista dei Wiener Philharmoniker nell'integrale dei Concerti per flauto e orchestra di Mozart; Francesco Manara, primo violino solista dell'Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, nel Concerto per violino e orchestra di Beethoven, e in Schumann, Brahms, Čajkovskij e Sibelius.

 

Francesca Tassinari - Soprano

Diplomata brillantemente al Conservatorio di Musica "Giuseppe Verdi" di Milano, dimostra sin da piccola uno spiccato interesse per il canto ed inizia gli studi musicali a 6 anni. Nel 1998 entra a far parte del Coro di voci bianche del Teatro Fraschini di Pavia, col quale collabora fino al 2001, esibendosi in diverse opere anche in ruoli da solista: Il piccolo spazzacamino di Britten, Yuzuru di Ikuma, La Bohème di Puccini, Pollicino di Henze. Ha partecipato al Centre de Perfeccionament Placido Domingo di Valencia e all'Accademia Rossiniana di Pesaro. Attualmente studia e si perfeziona con Raina Kabaivanska a Modena. Nel settembre 2010 vince il Premio giovani al I Concorso Internazionale "La città sonora"; viene selezionata a Pisa nel progetto "LTL Opera Studio", grazie al quale interpreta nei teatri di Pisa, Lucca, Livorno il ruolo di Luigia in Le convenienze ed inconvenienze teatrali di Donizetti; nel 2011 è finalista al I Concorso Internazionale "Giuseppina Cobelli"; è vincitrice del 66° Concorso Europeo di Canto Lirico, organizzato dal Teatro Lirico Sperimentale "A. Belli" di Spoleto e al Concorso Lirico Voci della Belle Epoque di Forlì. Ha inoltre vinto il Concorso "Toti Dal Monte" (2018) per il ruolo di Susanna in Le nozze di Figaro, ruolo che interpreta nei teatri di Treviso, Jesi e prossimamente a Ferrara. Nelle scorse stagioni ha debuttato in La Calisto di Cavalli, nel ruolo di Giunone (direttore Mara Galassi); è stata selezionata a Udine in Il filosofo di campagna di Galuppi, dove ha interpretato il ruolo di Eugenia; a Spoleto è stata Madama Vezzosa nell'opera La favola de' tre gobbi di Ciampi, Grilletta in Grilletta e Porsugnacco di Orlandini e Despina in Così fan tutte di Mozart. Ha interpretato Antonia in Olimpia 2000, opera diretta e composta da Roberto Molinelli (regia Loredana Parrella), rappresentata al Teatro Comunale "Luciano Pavarotti" di Modena e al Teatro Dante Alighieri di Ravenna; Susanna in Le nozze di Figaro (direttore Johannes Wildner, regia Marco Spada) e Frasquita in Carmen (direttore Andrea Battistoni, regia Davide Livermore) al Carlo Felice di Genova. È stata impegnata nuovamente in Carmen (Frasquita) all'Ente Concerti "Marialisa de Carolis" di Sassari (direttore Benjamin Bayl, regia Andrea Cigni) ed in seguito è stata Vagaus in Juditha Triumphans di Vivaldi (direttore Federico Maria Sardelli, regia Davide Livermore) al Palau de les Arts a Valencia; Susanna in Le nozze di Figaro a Lugano (direttore Umberto Finazzi, regia Marco Gandini); Lady Petulane in Il labbro della Lady di Carlo Galante a Modena (direttore Carlo Boccadoro, regia Stefania Panighini); Valencienne in La vedova allegra al Teatro Pergolesi-Spontini di Jesi. Recentemente ha debuttato il ruolo di Musetta in La Bohème nei principali teatri del Giappone, incluso il Bunka Kaikan di Tokyo; Zerlina in Don Giovanni al Paphos Aphrodite Festival di Cipro (direttore Matteo Beltrami, regia Marcello Lippi); ha interpretato il ruolo della seconda Madchen in Der Zwerg di Zemlinsky al San Carlo di Napoli (direttore Maurizio Agostini); Angelica in Notte per me luminosa nella nuova composizione di Marco Betta al Teatro Comunale di Modena; Lauretta in Gianni Schicchi nei teatri di Modena, Piacenza, Reggio Emilia e Ferrara; Lisette in La Rondine al Carlo Felice di Genova (direttore Alvise Casellati, regia Giorgio Gallione). Prossimamente sarà Contessa di Boissy in Lo schiavo di Gomes al Teatro Lirico di Cagliari.

 

Coro del Teatro Lirico

Orchestra del Teatro Lirico

Invito all'Opera

Artisti in scena

Speciale Le Corsaire

Artisti in scena

Artisti in scena

Iscriviti