“Un’Isola di Musica 2020”: a Cagliari
il concerto dell’Ensemble di fiati e percussioni

Il maestro Fabrizio Ruggero
Photo Primo Tolu

 

L’Ensemble di fiati e percussioni del Teatro Lirico, diretto da Fabrizio Ruggero,
in concerto a Cagliari nella Basilica di Nostra Signora di Bonaria

Venerdì 2 ottobre alle 20.30, nella Basilica di Nostra Signora di Bonaria a Cagliari, in occasione del 650° anniversario del ritrovamento del simulacro della Vergine, per la rassegna “Un’Isola di Musica 2020” del Teatro Lirico di Cagliari, si tiene il concerto dell’Ensemble di fiati e percussioni del Teatro Lirico, diretto da Fabrizio Ruggero, apprezzato e giovane direttore sardo che ha, con ampio successo, collaborato spesso con i complessi stabili cagliaritani nell’attività musicale rivolta soprattutto ai giovani e alle scuole.

Il programma della serata offre all’ascolto del pubblico: Suite in Si bemolle maggiore per fiati op. 4 di Richard Strauss (Monaco di Baviera, 1864 - Garmish-Partenkirchen ,1949); Fanfare for the Common Man di Aaron Copland (New York 1900-1990); Serenata per fiati, violoncello e contrabbasso op. 44 di Antonín Dvořák (Nelahozeves, 1841 - Praga, 1904).

Lo spettacolo, il cui ingresso è libero, ha una durata complessiva di 60 minuti circa e non prevede l’intervallo.

L’ingresso del pubblico sarà consentito a partire dalle 20 sino ad esaurimento dei posti disponibili.

La serata è realizzata in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di Cagliari.

Per informazioni: www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin.

Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari

È stata fondata nel 1933 e ha consolidato, negli anni, un fecondo rapporto con i maggiori direttori italiani, tra cui Tullio Serafin, Vittorio Gui, Antonino Votto, Guido Cantelli, Franco Ferrara, Franco Capuana, Willy Ferrero, e con compositori quali Ottorino Respighi, Ildebrando Pizzetti, Ermanno Wolf Ferrari, Riccardo Zandonai, Alfredo Casella. Risalgono agli anni ‘50-’60 le apparizioni sul podio di Lorin Maazel, Lovro von Matacic, Claudio Abbado, Sergiu Celibidache, Riccardo Muti, e le collaborazioni con Gioconda De Vito, Leonid Kogan, Henryk Szering, Andrés Navarra, Dino Ciani, Maria Tipo, Nikita Magaloff, Wilhem Kempff, Martha Argerich. In questi ultimi anni l’Orchestra ha collaborato, tra gli altri, con direttori come Lorin Maazel, Georges Prêtre, Emmanuel Krivine, Mstislav Rostropovich, Ton Koopman, Iván Fischer, Frans Brüggen, Carlo Maria Giulini, Gennadi Rozhdestvensky, Rafael Frühbeck de Burgos, Neville Marriner, Christopher Hogwood, Hartmut Haenchen e con solisti come Martha Argerich, Aldo Ciccolini, Kim Kashkashian, Viktoria Mullova, Misha Maisky, Truls Mørk, Sabine Meyer, Yuri Bashmet, Salvatore Accardo. Dal 1999 al 2005 Gérard Korsten ha ricoperto il ruolo di direttore musicale e ha, fra l’altro, diretto in prima esecuzione nazionale, Die ägyptische Helena di Richard Strauss, Euryanthe di Weber e A Village Romeo and Juliet di Delius, mentre nella stagione 2007-2008 George Pehlivanian è stato direttore ospite principale. Negli ultimi anni l’Orchestra ha collaborato regolarmente con Lorin Maazel, compiendo nel 1999 una tournée in Europa ed eseguendo con successo una serie di concerti. Nel 2002 ha rappresentato l’Italia nella rassegna “Italienische Nacht”, organizzata dalla Bayerischer Rundfunk al Gasteig di Monaco di Baviera e trasmessa in diretta dalla radio bavarese. Nel 2005 ha suonato in un concerto in onore del Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi. Nel 2010 ha partecipato al 98° Festival di Wiesbaden con Lucia di Lammermoor per la direzione di Stefano Ranzani e la regia di Denis Krief, riscuotendo un grande successo. Recentemente, nell’ambito di un progetto di internazionalizzazione del Teatro Lirico di Cagliari, realizzato e promosso in collaborazione con l’Unione Europea, il Governo Italiano e la Regione Sardegna, l’Orchestra è stata invitata dalla New York City Opera per l’esecuzione di La campana sommersa di Respighi, ricevendo il plauso del pubblico e della critica. Negli ultimi anni, anche nell’ambito della rassegna “Cinque passi nel Novecento”, ha eseguito, in prima assoluta, composizioni per orchestra che il Teatro Lirico di Cagliari ha commissionato a compositori come Sylvano Bussotti, Giorgio Tedde, Azio Corghi, Fabio Nieder, Alberto Colla, Carlo Boccadoro, Franco Oppo, Francesco Antonioni, Ivan Fedele, Michele Dall’Ongaro, Filippo Del Corno, Vittorio Testa, Sergio Rendine, Orazio Sciortino. Per la casa discografica Dynamic ha inciso opere in prima esecuzione in Italia, quali: Die Feen di Wagner, Dalibor di Smetana, (premiate, rispettivamente, da “Musica e Dischi” quale miglior disco operistico italiano del 1997, e da “Opéra International” col “Timbre de Platine” - gennaio 2001), Čerevički e Opričnik di Čajkovskij, Die ägyptische Helena di Richard Strauss, Euryanthe di Weber, Alfonso und Estrella di Schubert, Hans Heiling di Marschner, Chérubin di Massenet, Lucia di Lammermoor di Donizetti. Ha inciso, inoltre, Goyescas di Granados e La vida breve di De Falla, La Passione secondo Giovanni di Bach, La sonnambula di Bellini, I Shardana di Porrino per la Dynamic, Don Pasquale per Rai Trade e La leggenda della città invisibile di Kitež e della fanciulla Fevronija di Rimskij-Korsakov per Naxos. Per la Rai ha registrato, nel 1998, La Bohème trasmessa in tutto il mondo.

Fabrizio Ruggero - Direttore

Nato a Tempio Pausania, dopo gli studi umanistici, ha intrapreso gli studi musicali al Conservatorio Statale di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Cagliari, frequentando i corsi di composizione di Vittorio Montis, Franco Oppo, Gian Piero Cartocci, e di direzione d’orchestra sotto la guida di Paolo Arrivabeni, Sandro Sanna, Angelo Guaragna, Aldo Tarchetti, conseguendo il Diploma di secondo livello. Sempre nello stesso conservatorio ha conseguito il Diploma di Musica Corale e Direzione di Coro e il Diploma di Pianoforte sotto la guida di Stefano Figliola. Si è perfezionato a Firenze con Piero Bellugi, a Cagliari con Pietro Mianiti, a Lecce, alla Fondazione Ico “Tito Schipa, con Lior Shambadal, all’Opéra Royal de Wallonie di Liegi con Paolo Arrivabeni. Ha diretto le opere La serva padrona di Pergolesi ed Il servo padrone di Aldo Tarabella, laboratorio lirico promosso ed organizzato dal Conservatorio di Cagliari. Ha svolto uno stage-tirocinio di perfezionamento, come maestro collaboratore ed assistente alla direzione d’orchestra, all’“Ente Concerti Marialisa de Carolis” di Sassari per le opere liriche: Romeo e Giulietta di Gounod, Le nozze di Figaro di Mozart, Il signor Bruschino di Rossini, Nabucco di Verdi. Vincitore di selezione al Teatro Lirico di Cagliari ha partecipato, come assistente alla direzione d’orchestra, all’opera lirica I Shardana di Ennio Porrino. Nel medesimo teatro ha diretto l’opera lirica La Jura di Gavino Gabriel. Ha collaborato come Maestro collaboratore e Direttore d’orchestra con diverse associazioni ed enti musicali regionali per diverse stagioni, festival e concorsi. Ha partecipato, inoltre, al Festival internazionale di musica contemporanea “Spazio Musica”, Festival Mozartiano, Festival di musica Sacra, Festival dell’Accademia Musicale Euromediterranea. Ha diretto compagini quali: Orchestra del Conservatorio di Cagliari, Orchestra Euromediterranea, Orchestra della Società dei Concerti di Cagliari, Ensemble di Musica Contemporanea “Giovanni Pierluigi da Palestrina”, Ensemble Villa Aurora, Ensemble Palestrina, Orchestra dei seminari di Direzione d’orchestra di Firenze, Orchestra Ellipsis, Orchestra della Fondazione Tito Schipa, Orchestra e Coro dell’Opéra Royal de Wallonie di Liegi, Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari.

Iscriviti

Autunno in musica