Il 9 dicembre concerto dell'Orchestra del Lirico
in diretta su Videolina, Ansa.it e Anfols.it

L'Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari
Photo Priamo Tolu

 

Spettacolare e fantasmagorica serata musicale diffusa in diretta
dal Teatro Lirico di Cagliari, il 9 dicembre alle 21
su Videolina, sui canali web del Gruppo L’Unione Sarda 
e per la prima volta, in streaming su Ansa.it e Anfols.it

Dopo il grande successo di ascolti e il pieno gradimento del pubblico delle due serate dedicate a La Traviata di Giuseppe Verdi e del prezioso Omaggio a Beethoven, ecco un altro appuntamento speciale per tutta l’affezionatissima platea virtuale del Teatro Lirico di Cagliari: viene diffusa una serata speciale dedicata a leggende fantastiche, saghe spettacolari ed incantevoli miti in musica, dal Teatro Lirico di Cagliari in diretta televisiva e sui canali web del Gruppo L’Unione Sarda, sempre grazie alla collaborazione fra la fondazione lirico-sinfonica sarda e il gruppo editoriale che riunisce il più antico quotidiano regionale, con l’emittenza televisiva e le piattaforme web e, per la prima volta, nell’ambito del progetto “ANSA per la cultura”, viene rilanciato in streaming gratuito sulle piattaforme digitali della prima agenzia di stampa italiana, grazie ad una nuova collaborazione fra la Fondazione cagliaritana e l’agenzia ANSA. Questa collaborazione nasce dall’accordo tra ANSA e ANFOLS (l’Associazione Nazionale Fondazioni Lirico-Sinfoniche) che prevede la condivisione degli spettacoli, attraverso i canali informatici dell’agenzia, dai teatri italiani, in assenza di pubblico ma con gli artisti in presenza (#apertinonostantetutto).

Ritornando alla serata cagliaritana, si tratta di un ideale ed affascinante viaggio attraverso le sonorità europee ed americane tra Ottocento e Novecento, un concerto che propone all’ascolto del pubblico pagine celebri e brani popolarissimi e che viene trasmesso in diretta dal Teatro Lirico di Cagliari, mercoledì 9 dicembre alle 21, sull’emittente televisiva Videolina (Canale 10 del Digitale Terrestre - su satellite al Canale 819 di Sky e TivùSat), in streaming su www.videolina.it e su www.unionesarda.it e in streaming su www.ansa.it (homepage, pagina cultura, profilo facebook) e su www.anfols.it.

Il programma musicale prevede, nel dettaglio, l’esecuzione di: Die Meistersinger von Nürnberg: Vorspiel di Richard Wagner; L’apprenti sorcier di Paul Dukas; Prélude à l’après-midi d’un faune di Claude Debussy; Star Wars, suite per orchestra di John Williams.

Il concerto inizia con una raffinatissima, gioiosa e vivace pagina di Richard Wagner (Lipsia, 1813 - Venezia, 1883), la cui ispirazione e composizione lui stesso descrive così: «Durante un magnifico tramonto, contemplando dal mio balcone la splendida vista della città “d’oro” di Magonza col Reno che le scorreva davanti maestoso in un fiammeggiare di luci, sentii formarsi improvvisamente nell’anima, nitido e preciso, il preludio dei Maestri Cantori, che una volta m’era apparso con oscuri contorni a guisa d’un lontano miraggio. Lo notai tale a quale come ora sta nella partitura, racchiudente in sé, con la maggior precisione, i motivi principali dell’intero dramma. Da questo momento in poi continuai a comporre una scena dopo l’altra, secondo l’ordine in cui si presentavano nel testo». (Richard Wagner, La mia vita, p. 516)
Si prosegue prima con quell’Apprendista stregone di Paul Dukas (Parigi, 1865-1935) che Walt Disney ha contribuito a far conoscere al mondo attraverso il suo capolavoro cinematografico “Fantasia” e poi con il Prélude à l’après-midi d’un faune, brano famosissimo e popolare, ispirato ad una poesia di Stephane Mallarmé, ritenuto il primo capolavoro sinfonico di Claude Debussy (Saint-Germain-en-Laye, 1862 - Parigi, 1918) che lo compose tra il 1892 e il 1894. «Questa partitura possiede un potenziale di giovinezza che sfida l’esaurimento o la caducità; e come la poesia moderna ha sicuramente le sue radici in certi poemi di Baudelaire, si può dire con fondatezza che la musica moderna si sveglia nell’Après-midi d’un faune». (Pierre Boulez)
In chiusura di programma viene proposta la trascinante suite composta da John Williams (Floral Park, 1932) nel 1977 come colonna sonora della celeberrima saga cinematografica “Star Wars” che il nostro complesso orchestrale ha già interpretato, nel giugno 2016, con la direzione di Alpesh Chauhan e, lo scorso agosto, con Giuseppe Grazioli.

La serata segna, anche se sempre “a porte chiuse”, il proseguo dell’attività musicale del Teatro Lirico di Cagliari, in occasione della rassegna “Autunno in musica 2020”. Infatti in ottemperanza al Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri (4/12/2020), emanato al fine di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, tutti gli spettacoli aperti al pubblico, in programma fino al 15 gennaio 2021, sono sospesi. Ciò non impedisce, come in questo caso, che gli spettacoli si tengano ugualmente e il pubblico possa partecipare, comodamente da casa propria, attraverso la televisione o il web. In sala, quale unico e simbolico spettatore, come già per La Traviata e l’Omaggio a Beethoven, sarà presente il sovrintendente Nicola Colabianchi.

L’esecuzione del concerto che si attiene alle ormai note norme di sicurezza dettate dall’emergenza sanitaria da COVID-19, prevede il ritorno sul podio del Teatro Lirico di Cagliari di Giuseppe Finzi, direttore pugliese, apprezzato “direttore residente” della San Francisco Opera dal 2011 al 2015 che ha diretto a Cagliari nel 2017, con grande successo di pubblico e critica, la prima europea di La Ciociara di Marco Tutino e, la scorsa estate, un concerto al Parco della Musica e che, oggi, dirige l’Orchestra del Teatro Lirico.

Lo spettacolo ha una durata complessiva di 60 minuti circa e prevede il commento dallo studio di Teresa Piredda e la regia televisiva di Angelo Palla.

La replica dello spettacolo è prevista, sempre sull’emittente Videolina, per domenica 13 dicembre alle 18. Inoltre la registrazione della diretta è disponibile on demand sul sito www.videolina.it.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 - 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin.

Giuseppe Finzi - Direttore 
Diplomatosi con lode in pianoforte al Conservatorio di Musica “Niccolò Piccinni” di Bari, prosegue gli studi di composizione e direzione d’orchestra al Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi”di Milano, perfezionandosi in seguito all’Accademia Chigiana di Siena ed all’Accademia del Teatro alla Scala di Milano. Dopo una lunga esperienza nello staff musicale della Scala, dove lavora accanto ai più importanti nomi del panorama internazionale, intraprende la carriera di direttore d’orchestra grazie anche alla profonda conoscenza, di repertorio e stili, maturata negli anni. La direzione di La Bohème (2008) segna l’inizio della sua collaborazione con la San Francisco Opera, teatro in cui ricoprirà anche la carica di Resident Conductor dal 2011 al 2015. Nel prestigioso teatro americano dirige numerosi spettacoli tra cui: Aida, Turandot, Die Entführung aus dem Serail, Faust, La fanciulla del West, Carmen, Tosca, Rigoletto, La Traviata, Madama Butterfly, oltre a numerosi concerti; le ultime stagioni lo hanno visto protagonista delle nuove produzioni di: Il Barbiere di Siviglia, La Bohème e Don Pasquale che hanno riscosso unanimi consensi di pubblico e critica. Nel 2012 arriva il debutto tedesco in Carmen alla Deutsche Oper di Berlino, seguito da una serie di debutti che lo portano sul podio di importanti istituzioni tra le quali: Teatro Massimo di Palermo (Rigoletto), Teatro di San Carlo di Napoli (Lo schiaccianoci, L’elisir d’amore), Gran Teatre del Liceu di Barcelona (Il Barbiere di Siviglia, La fille du régiment), Festival di Bregenz (Turandot), Korean National Opera (Les pêcheurs de perles, Pagliacci, Il Tabarro), Teatro de la Maestranza di Siviglia (Il Barbiere di Siviglia), Opéra di Monte-Carlo (Nabucco), Teatro Petruzzelli di Bari (Madama Butterfly). È a suo agio tanto nel repertorio classico che in quello contemporaneo, di recente ha diretto: la prima rappresentazione in Europa di La Ciociara di Marco Tutino al Teatro Lirico di Cagliari (2017); Madama Butterfly all’Aalto-Musiktheater di Essen; La Cenerentola ad Ancona; Les pêcheurs de perles all’Opéra di Nizza; un concerto lirico in Oman; Cavalleria rusticana e Pagliacci a Genova; Turandot a Darmstadt; Madama Butterfly a Madrid e San Sebastian; Rigoletto a Tenerife; La Bohème a Essen e in tournée in Oman con l’Opéra di Monte-Carlo. Giuseppe Finzi torna sul podio, dopo il lockdown, al Teatro Lirico di Cagliari, e poi con La Bohème a Damstadt e Il Turco in Italia a Liegi.

Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari 
È stata fondata nel 1933 e ha consolidato, negli anni, un fecondo rapporto con i maggiori direttori italiani, tra cui Tullio Serafin, Vittorio Gui, Antonino Votto, Guido Cantelli, Franco Ferrara, Franco Capuana, Willy Ferrero, e con compositori quali Ottorino Respighi, Ildebrando Pizzetti, Ermanno Wolf Ferrari, Riccardo Zandonai, Alfredo Casella. Risalgono agli anni ‘50-’60 le apparizioni sul podio di Lorin Maazel, Lovro von Matacic, Claudio Abbado, Sergiu Celibidache, Riccardo Muti, e le collaborazioni con Gioconda De Vito, Leonid Kogan, Henryk Szering, Andrés Navarra, Dino Ciani, Maria Tipo, Nikita Magaloff, Wilhem Kempff, Martha Argerich. In questi ultimi anni l’Orchestra ha collaborato, tra gli altri, con direttori come Lorin Maazel, Georges Prêtre, Emmanuel Krivine, Mstislav Rostropovich, Ton Koopman, Iván Fischer, Frans Brüggen, Carlo Maria Giulini, Gennadi Rozhdestvensky, Rafael Frühbeck de Burgos, Neville Marriner, Christopher Hogwood, Hartmut Haenchen e con solisti come Martha Argerich, Aldo Ciccolini, Kim Kashkashian, Viktoria Mullova, Misha Maisky, Truls Mørk, Sabine Meyer, Yuri Bashmet, Salvatore Accardo. Dal 1999 al 2005 Gérard Korsten ha ricoperto il ruolo di direttore musicale e ha, fra l’altro, diretto in prima esecuzione nazionale, Die ägyptische Helena di Richard Strauss, Euryanthe di Weber e A Village Romeo and Juliet di Delius, mentre nella stagione 2007-2008 George Pehlivanian è stato direttore ospite principale. Negli ultimi anni l’Orchestra ha collaborato regolarmente con Lorin Maazel, compiendo nel 1999 una tournée in Europa ed eseguendo con successo una serie di concerti. Nel 2002 ha rappresentato l’Italia nella rassegna “Italienische Nacht”, organizzata dalla Bayerischer Rundfunk al Gasteig di Monaco di Baviera e trasmessa in diretta dalla radio bavarese. Nel 2005 ha suonato in un concerto in onore del Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi. Nel 2010 ha partecipato al 98° Festival di Wiesbaden con Lucia di Lammermoor per la direzione di Stefano Ranzani e la regia di Denis Krief, riscuotendo un grande successo. Recentemente, nell’ambito di un progetto di internazionalizzazione del Teatro Lirico di Cagliari, realizzato e promosso in collaborazione con l’Unione Europea, il Governo Italiano e la Regione Sardegna, l’Orchestra è stata invitata dalla New York City Opera per l’esecuzione di La campana sommersa di Respighi, ricevendo il plauso del pubblico e della critica. Negli ultimi anni, anche nell’ambito della rassegna “Cinque passi nel Novecento”, ha eseguito, in prima assoluta, composizioni per orchestra che il Teatro Lirico di Cagliari ha commissionato a compositori come Sylvano Bussotti, Giorgio Tedde, Azio Corghi, Fabio Nieder, Alberto Colla, Carlo Boccadoro, Franco Oppo, Francesco Antonioni, Ivan Fedele, Michele Dall’Ongaro, Filippo Del Corno, Vittorio Testa, Sergio Rendine, Orazio Sciortino. Per la casa discografica Dynamic ha inciso opere in prima esecuzione in Italia, quali: Die Feen di Wagner, Dalibor di Smetana, (premiate, rispettivamente, da “Musica e Dischi” quale miglior disco operistico italiano del 1997, e da “Opéra International” col “Timbre de Platine” - gennaio 2001), Čerevički e Opričnik di Čajkovskij, Die ägyptische Helena di Richard Strauss, Euryanthe di Weber, Alfonso und Estrella di Schubert, Hans Heiling di Marschner, Chérubin di Massenet, Lucia di Lammermoor di Donizetti. Ha inciso, inoltre, Goyescas di Granados e La vida breve di De Falla, La Passione secondo Giovanni di Bach, La sonnambula di Bellini, I Shardana di Porrino per la Dynamic, Don Pasquale per Rai Trade e La leggenda della città invisibile di Kitež e della fanciulla Fevronija di Rimskij-Korsakov per Naxos. Per la Rai ha registrato, nel 1998, La Bohème trasmessa in tutto il mondo.

Locandina concerto 9 dicembre 2020

Iscriviti

Requiem di Mozart

Nona di Beethoven

Auguri di buon 2021