Concorso di Canto lirico "Giusy Devinu"

foto di Priamo Tolu

 

Il Concorso Internazionale di Canto lirico “Giusy Devinu”
dal Teatro Lirico di Cagliari a Sky Classica HD lunedì 5 marzo alle 21

La Serata di Gala della I edizione del Concorso Internazionale di Canto lirico “Giusy Devinu” che si è tenuta, sabato 30 settembre 2017, al Teatro Lirico di Cagliari, è stata ripresa integralmente dalle telecamere di Sky Classica HD e, adesso, viene diffusa, lunedì 5 marzo alle 21 e, in replica, per altre sei volte, martedì 6 marzo alle 10, mercoledì 7 marzo alle 14.30, giovedì 8 marzo alle 9, venerdì 9 marzo alle 23.30, sabato 10 marzo alle 12 e domenica 11 marzo alle 16.30, sulla celebre emittente televisiva italiana interamente dedicata alla musica classica ed alle opere liriche.

Il Concorso Internazionale di Canto lirico “Giusy Devinu” rientra nel Progetto “Rifunzionalizzazione del Parco della Musica e del Teatro Lirico di Cagliari - Internazionalizzazione e innovazione delle produzioni anche per la valorizzazione turistico-culturale degli attrattori territoriali”. Finanziato dal Piano d’Azione Coesione “Progetti strategici di rilevanza regionale” che valorizzano le priorità del POR FESR nell’ambito della Programmazione Unitaria 2014-2020, realizzato e promosso in collaborazione con l’Unione Europea, il Governo Italiano e la Regione Sardegna.

Il Concorso, nato nel decimo anniversario della prematura scomparsa del soprano cagliaritano, avvenuta nel 2007, si è articolato in quattro giornate, nelle prime tre (27-28-29 settembre) si sono svolte le fasi eliminatorie e la semifinale, mentre nella quarta, sabato 30 settembre alle 20.30, aperta al pubblico, era prevista, appunto, la Serata di Gala con l’esibizione dei finalisti, dell’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, diretta da Donato Renzetti, del soprano Paoletta Marrocu, del baritono Domenico Colaianni e, in qualità di ospite d’onore, del grande baritono Leo Nucci, al quale è stato consegnato un premio speciale in nome di Giusy Devinu, collega e con lui testimone di pagine memorabili del teatro d’opera.

I vincitori del Concorso sono stati premiati da Cristiano Erriu, Assessore degli Enti Locali, Finanze e Urbanistica della Regione Autonoma della Sardegna.

Ha presentato la serata Sabino Lenoci, nella duplice veste di Direttore della rivista “L’opera” e Direttore artistico del Concorso.

In ossequio all’internazionalità della fama del soprano cagliaritano, la Giuria del Concorso “Giusy Devinu” vantava la presenza di grandi nomi dei teatri d’opera del panorama mondiale: Paulo Abrão Esper (Direttore Generale ed Artistico Concorso di Canto “Maria Callas” di San Paolo e Consulente artistico Festival de Ópera di Manaus, Brasile), Toni Gradsack (Responsabile casting Teatro alla Scala di Milano), Dominique Meyer (Sovrintendente Staatsoper di Vienna), Christoph Seuferle (Direttore Artistico Deutsche Oper di Berlino), Marco Tutino (Compositore), Claudio Orazi (Presidente di Giuria e Sovrintendente Fondazione Teatro Lirico di Cagliari).

Grandi nomi anche nella Giuria Ospite che ha assegnato riconoscimenti speciali ai prescelti: Nicoletta Mantovani (Presidente Fondazione “Luciano Pavarotti” di Modena), Piero Maranghi (Presidente Sky Classica), Paolo Gavazzeni (Direttore artistico e progetti speciali Sky Classica).

«Giusy Devinu è stata un’interprete sensibile che ci ha lasciato troppo presto. È vivo in tutti noi il ricordo e l’esempio di una persona che credeva in quello che faceva, con grande grazia, serietà e professionalità. In collaborazione con il Teatro Lirico di Cagliari, Classica HD è orgogliosa di presentare, in esclusiva per tutti gli abbonati SKY, la I edizione del Concorso Internazionale di Canto lirico intitolato alla sua memoria. Mi auguro che il suo esempio di donna e di artista sia di ispirazione per i giovani che oggi intraprendono la sua stessa carriera.» (Paolo Gavazzeni, Direttore artistico e progetti speciali Sky Classica)

«Per onorare lo spessore artistico ed umano di Giusy Devinu, ho creduto in una forma di Concorso che fosse non solo celebrativo della memoria del grande soprano, ma anche della vivezza del suo insegnamento nel presente e come questo possa rappresentare, per i giovani cantanti, un esempio per la costruzione della loro carriera nel futuro.» (Claudio Orazi, Sovrintendente Teatro Lirico di Cagliari)

Investi in cultura!

Iscriviti