Forte Arena 2017

(foto di Priamo Tolu)

 

Uno sfarzoso e struggente Rigoletto di Giuseppe Verdi
inaugura la Forte Arena di Santa Margherita di Pula

Sabato 10 giugno, alle 21.30, nella straordinaria cornice della Forte Arena di Santa Margherita di Pula (Cagliari), va in scena il melodramma in tre atti Rigoletto su libretto di Francesco Maria Piave, dal dramma Le roi s’amuse di Victor Hugo, e musica di Giuseppe Verdi (Roncole di Busseto, Parma, 1813 - Milano, 1901).

La regia è affidata a Joseph Franconi Lee, assistente e collaboratore per vent’anni di Alberto Fassini, autentico erede della tradizione registico-musicale italiana. Le scene e i costumi sono di Alessandro Ciammarughi, scenografo-costumista, moderno interprete di una classica visualità, mentre le luci sono affidate a Fabio Rossi e la coreografia a Marta Ferri. In questo allestimento del Teatro Lirico di Cagliari, l’opera di Verdi viene riproposta attraverso un’ideale rilettura che esalta la magnificenza architettonica e lo splendore della Mantova dei Gonzaga.

La direzione musicale di Rigoletto è affidata alla grande bacchetta di Donato Renzetti, direttore abruzzese ed apprezzato interprete della tradizione musicale italiana, in particolare verdiana che ritorna a Cagliari, a dirigere l’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico, dopo il successo dell’opera inaugurale della stagione 2017 La bella dormente nel bosco di Ottorino Respighi. Il maestro del coro è Gaetano Mastroiaco.

L’opera si avvale di un cast di cantanti prestigiosi, fra i quali spicca Leo Nucci, il più grande baritono verdiano vivente che ha interpretato il ruolo di Rigoletto per oltre 500 recite: Antonio Gandìa (Il Duca di Mantova), Leo Nucci (10)/Giovanni Meoni (17, 24) (Rigoletto), Barbara Bargnesi (Gilda), Cristian Saitta (Sparafucile), Martina Serra (Maddalena), Leonora Sofia (Giovanna), Gocha Abduladze (Il Conte di Monterone), Nicola Ebau (Marullo), Enrico Zara (Matteo Borsa), Francesco Leone (Il Conte di Ceprano/Un usciere di corte), Ivana Canovic (La Contessa di Ceprano/Un paggio della duchessa).

Rappresentata al Gran Teatro La Fenice di Venezia l’11 marzo 1851, prima opera della cosiddetta trilogia popolare comprendente Il Trovatore e La Traviata, il melodramma, ambientato a Mantova nel XVI secolo, è incentrato sul personaggio di Rigoletto, buffone alla corte del Duca di Mantova, e sul tenerissimo sentimento filiale che lo unisce alla figlia Gilda e che si sviluppa fino al drammatico finale. Rigoletto, buffone ma triste, rancoroso e provocatore ma dolorosamente afflitto, è dipinto da Verdi in tutto lo spessore tragico della sua condizione umana. La potenza lirico-drammatica che Verdi seppe infondere al protagonista e ai personaggi che lo circondano non aveva precedenti: da un lato Rigoletto e Sparafucile (“Pari siamo!... io la lingua, egli ha il pugnale”), fra loro diversi eppure accomunati nella morsa del dramma, il primo agisce d’istinto, ferito nel più profondo del suo segreto e unico amore, la figlia; il secondo è un cinico brigante che uccide a pagamento; dall’altro l’ingenua Gilda e il frivolo ed egoista Duca di Mantova, anch’essi divergenti, ma uniti, individuati con altrettanta penetrazione psicologica in una effusione lirica che raggiunge momenti di grande purezza.

L'opera ha una durata complessiva di 2 ore e 40 minuti circa, compreso un intervallo dopo il I atto.

Rigoletto, la cui ultima rappresentazione a Cagliari risale al luglio 2002 (Anfiteatro Romano), viene replicato sabato 17 giugno e sabato 24 giugno sempre alle 21.30.

La Forte Arena è un suggestivo anfiteatro naturale con una capienza di 5000 posti, immerso nella natura incontaminata della costa sud-occidentale della Sardegna. Le tre rappresentazioni dell’opera Rigoletto rientrano nel Progetto “Rifunzionalizzazione del Parco della Musica e del Teatro Lirico di Cagliari - Internazionalizzazione e innovazione delle produzioni anche per la valorizzazione turistico-culturale degli attrattori territoriali”. Finanziato dal Piano d’Azione Coesione “Progetti strategici di rilevanza regionale” che valorizzano le priorità del POR FESR nell’ambito della Programmazione Unitaria 2014-2020, realizzato e promosso in collaborazione con l’Unione Europea, il Governo Italiano e la Regione Sardegna.

«Il Teatro Lirico di Cagliari e il Forte Village Resort hanno instaurato già dal 2016 una collaborazione artistica straordinaria finalizzata alla crescita internazionale del Teatro ed alla valorizzazione del turismo culturale in Sardegna. Il Forte Village Resort ha aderito alle opportunità che l’ART BONUS, fortemente voluto dal MIBACT, prevede per gli investimenti nei teatri d’opera. Il Teatro Lirico di Cagliari produrrà un grandioso Rigoletto con l’entusiasmo e la professionale partecipazione dell’Orchestra, Coro e Tecnici, che affiancheranno un cast di interpreti internazionali guidati dal direttore Donato Renzetti.» (Claudio Orazi, sovrintendente del Teatro Lirico di Cagliari)

 


Informazioni Biglietteria

Prezzi biglietti: platea (posto unico) € 40 (intero), € 20 (ridotto).

La riduzione del 50% è applicata agli abbonati alle Stagioni lirica e di balletto e concertistica 2017 e ai giovani under 30.


 

 

Servizio bus-navetta

Per informazioni e vendita
Box Office, viale Regina Margherita 43, 09124 Cagliari; 
dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20, 
telefono 070657428


Progetto “Rifunzionalizzazione del Parco della Musica e del Teatro Lirico di Cagliari – Internazionalizzazione e innovazione delle produzioni anche per la valorizzazione turistico-culturale degli attrattori territoriali”. Finanziato dal Piano d’Azione Coesione “Progetti strategici di rilevanza regionale” che valorizzano le priorità del POR FESR nell’ambito della Programmazione Unitaria 2014-2020.

Investi in cultura!